Chi ha ucciso il reporter Michael Hastings?

Michael HastingsMichael Hastings è stato uno tra i più importanti giornalisti investigativi che l’informazione americana abbia sfornato. L’onda del successo la cavalca nel 2010 quando un suo reportage, pubblicato sulla rivista Rolling Stone, mette a nudo il generale Stanley McChrystal per delle sue dichiarazioni contro le più alte cariche govenative. Il generale quindi fu dimesso dal comando delle forze armate statunitensi in Afghanistan. Il giornalista da tempo seguiva la guerra in Iraq e in Afghanistan, fu anche autore di diversi libri vincendo anche dei premi importanti ma all’età di 33 anni, alle 4.30 del 18 giugno,  la sua auto va a schiantarsi finendo per bruciare rapidamente così tanto da non lasciare scampo al giovane reporter. Da tempo ormai si era fatto molti nemici nei piani alti del potere americano, in modo particolare tra le forze armate, infatti più volte fu minacciato…«Comprati un grosso cane così avrai ogni volta un buon motivo per girarti». In merito all’incidente fin da subito furono chiare le dinamiche che lo portarono alla morte, infatti per la polizia, il giornalista perse il controllo della sua auto. Ma in molti non credono alla storia dell’incidente e soprattutto al fatto che abbia perso il controllo per poi sfondare con tanta violenza il guardrail finendo per schiantarsi contro un albero. Il corpo quando fu tolto dal fuoco dai soccorritori, era ormai irriconoscibile e la sua identità è stata accertata grazie al calco dentario ma il dramma nel dramma, fu il fatto che la diretta televisiva fu affidata alla compagna senza sapere chi fosse l’uomo coinvolto nell’incidente e una volta appurato il fatto, la giornalista durante tutto il tempo delle riprese riuscì a portare a termine la diretta con grande professionalità. Ma i dubbi sulle dinamiche rimangono e iniziano a diventare assordanti tra chi lo conosceva, infatti alcuni suoi amici, poche ore prima della sua morte, raccontarono di aver ricevuto delle mail nella quale affermava che stava lavorando su una storia importante, ovvero su Jill Kelley, la donna della Florida al centro del caso che si è concluso con le dimissioni del capo della CIA, David Petraeus. Sempre nelle mail il giornalista sosteneva il fatto che i servizi segreti lo volevano interrogare al più presto e che quindi lui sarebbe sparito per qualche giorno. L’inchiesta sulla sua morte però è legata anche allo scandalo dell’NSA e alle rivelazioni della «talpa», Edward Snowden e per finire anche all’uso dei droni per la sorveglianza all’interno del territorio americano. Di certo Michael Hastings era un giornalista scomodo e Ben Smith lo ricorda con queste parole «Michael era un grande giornalista, senza paura, con un istinto incredibile per le notizie e un dono per catturare l’attenzione dei suoi lettori su qualunque cosa scrivesse, dalla guerra alla politica». In merito alle dinamiche che hanno portato fuori strada la Mercedes Cs 250 coupé, Richard Clark ex consigliere per la lotta al terrorismo ha dichiarato che l’intelligence dispone di apparati in grado di sabotare con un’azione elettronica qualsiasi auto. Hastings dunque potrebbe aver perso il controllo della Mercedes non perché andava troppo forte, ma per un intervento esterno e il fatto che sulla strada non furono trovati segni di una frenata brusca, aumentano l’alone di mistero sulle cause dell’incidente.

«Se davvero volete fare questo mestiere dovrete di fatto dedicare la vostra vita al giornalismo».
Michael Hastings

——————————
Enea Rotella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...