Papa Luciani, un Papa buono è un Papa morto

papa buono luciani33 giorni di pontificato, tanti sono bastati ad Albino Luciani per abdicare in un sonno eterno. All’indomani della votazione nella Sistina afferma…« Ieri mattina io sono andato alla Sistina a votare tranquillamente. Mai avrei immaginato quello che stava per succedere» e potremmo aggiungere che mai avrebbe potuto immaginare un pontificato così breve. Questo è l’ennesimo enigma che si consuma all’interno delle mura bianche. Ad oggi è stato l’ultimo Papa Italiano e in molti affermano che anche il prossimo, dopo il pastore tedesco, lo sarà. Ma passiamo ai fatti.

26 Agosto 1978

I cardinali, riuniti in conclave votano, fumata bianca per il futuro Papa Giovanni Paolo I che direttamente da Venezia, a sorpresa, conquista Roma. In molti lo ricordano per il suo sorriso che durò solamente 33 giorni, infatti il 29 settembre del 1978 viene trovato morto nel suo letto o quasi.

h 08.00 del mattino, inizia a diffondersi la notizia della sua morte. Il comunicato della chiesa recita queste parole, “Questa mattina, 29 settembre 1978, verso le 5.30, il segretario privato del Papa, non avendo trovato il Santo Padre  nella cappella del suo appartamento privato, lo ha cercato nella sua camera e lo ha trovato morto nel letto, con la luce accesa, come se fosse intento a leggere. Il medico, dott. Buzzonetti, accorso immediatamente, ne ha constatato il decesso, avvenuto presumibilmente verso le 23 di ieri sera, per infarto acuto del miocardo”.

Nei giorni a seguire saranno in molti all’esterno della chiesa a dibattere su quel comunicato.

Andiamo per gradi, punto primo non è stato trovato dal segretario personale ma da una suora alle 04.30 circa del mattino. Successivamente le verrà “consigliato” di ritirarsi in convento e quindi nel silenzio imposto dalla santa sede, anche perché secondo Don Giacomo Marzorana, sarebbe stato sconvieniente dire al mondo che il corpo sarebbe stato trovato da una suora…anche perché alle 4.30 il corpo era ancora tiepido, quindi impossibile che sia morto alle h 23 della sera precedente. A conferma di questa tesi vi sono anche le parole dei fratelli Signoracci, tecnici dell’Istituo di medicina legale chiamati dal Vaticano e anche imbalsamatori di pontefici. Il comunicato parla di infarto che non è confermato dall’autopsia per il semplice fatto che non è stata mai fatta!

Da quel momento, fino ai giorni nostri, in molti si sono battuti per conoscere la verità e tutti quanti si sono scontrati con l’ennesimo muro di gomma. Di cosa sia morto non è dato saperlo, anche se il comunicato dice infarto acuto del miocardo, in assenza di un’autopsia non lo si può dimostrare.

Morte naturale o omicidio premeditato?

Vi sono varie teorie più o meno realistiche, ma nessuna di questa è stata mai provata. Edoardo Luciani, il fratello, afferma che è fantasia parlare di omicidio perché entrambi mangiavano gli stessi alimenti e che in famiglia, nel passato, altri zii sono morti in questo modo. Come tesi difensiva a mio avviso, appare troppo fragile.

Altra ipotesi è quella del giornalista David Yallop. Nel suo libro “In nome di Dio” afferma, pur non avendo prove concrete, che sia stato ucciso. Il giornalista parla di un uomo (Papa Luciani) che quella notte era sano e che, tra le sue medicine per il cuore, ci fosse stato uno scambio con del veleno (digitalina), che nel corpo non lascia tracce. Certo un’autopsia cancellerebbe questo alone di mistero, ma mai è stata fatta, o quantomeno resa pubblica.

Giovanni Gennari, teologo, afferma di aver ricevuto delle confidenze di un alto prelato, in sostanza, il Papa, avrebbe sbagliato la dose dei medicinali perché soffriva di cuore e quindi, la notte, avrebbe subito la morte, ma in assenza di autopsia anche questa tesi risulta indimostrabile, anche se poi credo sia alquanto improbabile che abbia sbagliato la dose a meno che non ci si trovi davanti ad una persona “ingenua” e lui, non lo era affatto.

A 9 anni dalla morte per confutare o screditare la tesi di omicidio, dopo varie pressioni, il Vaticano nomina John Cornwell per investigare sulle cause del decesso e le sue riflessioni, le possiamo trovare nel suo libro “Un ladro nella notte”. In queste pagine afferma che la morte è avvenuta per cause naturali, ma anche, che la chiesa ne è complice per il troppo lavoro affidatogli, perché sapevano che fisicamente non poteva reggere tutto lo stress imposto dal suo santo lavoro. Cronwell mette in luce anche il fatto che la sua veste fosse strappata e che quindi fosse caduto sul pavimento, altro dato importante confermato dai fratelli Signoracci.

Dopo altri 5 anni padre Lopez Saez afferma che la verità va cercata negli archivi segreti e quindi, nella riesumazione del cadavere.

La riflessione più interessante viene posta da Angelo Paglialunga, giornalista vaticanista. Egli afferma che il mistero non è nella sua morte, ma nella sua elezione, infatti non dobbiamo dimenticare che Luciani disse davanti a telecamere e fedeli “Non sono stato io a voler diventare Papa”.

Don Diego Lorenzi, uno dei segretari personali del Papa, a 10 anni di distanza, afferma che non ha mai rivelato a nessuno che Luciani gli avrebbe confessato, a poche ore prima del decesso, che sentiva il pericolo dentro il suo corpo, ma se era un infarto o un complotto non è dato saperlo. Il tutto si colora di mistero quando il medico ufficiale del Papa afferma, a più riprese, che nella telefonata avvenuta poche ore prima della morte, Papa Giovanni Paolo I non fa nessun riferimento a questo malessere o malore.

Padre Francesco Farusi, gesuita ed ex direttore di radio Vaticana afferma che non è assolutamente vero che il pontefice, quella notte, leggesse un libro, ma bensì dei fogli, misteriosamente scomparsi. In molti pensano, che quelle carte, facessero riferimento a dei cambiamenti nell’organigramma bianco e che il Papa volesse attuarle all’interno della curia il prima possibile.

Ci troviamo quindi davanti a giochi di potere? Il Vaticano ha mentito sull’ora della morte e sul libro? Perché?

All’interno della curia Luciani veniva considerato quasi un rivoluzionario, infatti voleva che la chiesa fosse trasparente, umile e soprattutto povera. Voleva che le operazioni finanziare fossero trasparenti, accennando all’attività dello IOR, infatti, non dobbiamo dimenticare che il suo seppur breve pontificato si inserisce nel periodo in cui operarono Mrcinkus, Calvi, Sindona e Gelli e l’enorme frode attuata utilizzando il Banco Ambrosiano e lo IOR e quindi, il furto di più di un miliardo di dollari. Di sicuro loro erano i più interessati alla sua morte. Il Papa voleva che Marcinkus si dimettesse dall’incarico di dirigente della banca Vaticana, lo IOR, e disse anche che un Vescovo non poteva dirigere una banca, infatti una settimana prima di morire voleva attuare un piano di riforma in merito. La tesi dell’omicidio è in parte confermata anche dal memoriale di Vincenzo Calcara, pentito di Cosa Nostra.

Papa Giovanni Paolo I voleva riformare la chiesa in ambito politico, economico ma anche a livello sociale, infatti vi fu un enorme stupore quando affermò che Dio era sia padre che madre e in molti, all’interno della chiesa, pensavano che questa fosse eresia, soprattutto per il ruolo della donna all’interno delle mura vaticane. Lui era molto aperto mentalmente, o almeno rispetto ai suoi predecessori e a chi gli stava intorno, infatti voleva approfondire anche il discorso sull’uso della pillola da parte del mondo femminile. In molti lo ricordano come amante delle cose semplici e sempre sorridente nonostante le sue origini montanare, ma proprio grazie alla sue radici era una persona che attuava quello che diceva. Altro piccolo particolare era che lui parlava sempre con “io” e non “noi” riferendosi a Dio, come per esmpio faceva Papa Alessandro VI della famiglia dei Borgia e tanti altri ancora fino ai giorni nostri. Forse proprio questa semplicità, questo sorriso e la voglia di cambiare in meglio le regole ecclesiastiche che lo hanno portato prematuramente alla morte e in assenza dell’autopsia ognuna di queste tesi merita di non essere quantomeno dimenticata.

<<Dio è papà, più ancora è madre>>

——————————
Enea Rotella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...