2+2=5

2+2=5
2+2=5

<<Sei lento nell’apprendere, Winston>> disse O’Brien con dolcezza

<<Ma come posso fare a meno…-piagnucolò- come posso fare a meno di vedere quello che ho davanti agli occhi? Due più due fa quattro>>

Come molti di voi ricorderanno queste parole rappresentano uno degli snodi dell’opera Orwelliana 1984, ovvero quando il protagonista, Winston Smith, sotto tortura, afferma di come sia possibile che 2+2=5.

<< A volte, Winston. A volte fa cinque, a volte tre. A volte fa cinque, quattro e tre contemporaneamente. Devi sforzarti di più. Non è facile diventare sani di mente>>

Chi ha ben presente il libro saprà a cosa mi riferisco, ma la faccenda che più mi ha stupito, una volta finito di leggere il libro, è stato leggere le note finali. Il fatto particolare sta che dal 1950 tutte le edizioni Inglesi riportavano un’altra versione, ovvero, alla domanda di O’Brien, Winston rispose “2+2= “ mentre, dal ’50 in poi “2+2=5”. Per molti in realtà non fa alcuna differenza, ma al contrario esiste ed è anche molto importante, fondamentale, perché se Winston lascia in sospeso il risultato artimetico, si aprono spazi, idee per una resistenza contro il Partito. “In caso contrario si configura invece la sua sconfitta e accettazione”.  Naturalmente la “scusa ufficiale” fu che in quella famosa edizione del ’50 <<…la forma di stampa si era allentata, provocando la caduta dell’ultimo carattere che in tal modo sparì per ben 16 anni da tutte le edizioni>>.  A voi sta scegliere cosa credere, se in un errore di stampa non visto per oltre 16 anni o se il Grande Fratello, in qualche modo possa essere realtà.

<<La libertà di pensiero quando una persona può capire che 2+2 fa 4,

se possiamo ancora capire che fa 4 allora non ci hanno tolto tutto>>.

Winston Smith

A volte si pensa che il governo sia il potere assoluto quando in realtà non lo è, o meglio, rappresenta solo un segmento, un ingranaggio del potere perché quello vero risiede nelle mani e nel pensiero di chi guida la società, di chi la possiede. Come del resto lo è il “Partito” che ci indica Orwell. Volendo fare un esempio, e ve ne sono tanti, potremmo ricordare lo scandalo Watergate e le rivelazioni che uscirono in contemporanea con quelle chiamate Cointelpro. Immagino che pochi sanno cosa sia.

Cointelpro “Counter intelligence Program” rappresenta una serie di operazioni clandestine dell’FBI, come l’assassinio di un leader delle Pantere nere (organizzazione rivoluzionaria afroamericana marxista-leninista-maoista), o le varie persecuzioni contro il movimento degli indiani d’America o contro il movimento delle donne o anche l’intimidazione al Partito socialista dei lavoratori, infatti i federali più volte fecero visita alle aziende per far licenziare i lavoratori iscritti. Ora, sapere tutto sul Watergate e non sapere nulla sul Cointelpro fa capire che tipo di trattamento diverso hanno ricevuto, soprattutto da parte dell’industria del consenso. La logica che sempre è esistita e che sempre esisterà è che chi ha il potere si difende, e chi no, affonda come le pantere nere, gli indiani, lavoratori o il movimento delle donne.

” La libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro. Garantito ciò tutto il resto ne consegue naturalmente”.

Winston Smith

Durante il caso Watergate uscì fuori la famosa lista dei nemici dell’amministrazione Nixon (documento portato alla luce nel 1973 e che citava 208 americani sotto l’intestazione -elenco oppositori e progetto nemici politici). La notizia rimbalzò su tutti i mass media e testate giornalistiche, ma in realtà a tutte queste persone non successe assolutamente nulla, come ricorda Noam Chomsky nell’opera “Capire il potere” (all’interno si possono trovare approfondimenti anche in merito al documento citato). Questo cosa sta a significare? Dimostra l’allineamento della stampa nel concentrare l’attenzione pubblica su argomentazioni meno pericolose e più utili al sistema. Il caso Watergate nacque, tra le tante cose, perché Nixon andò contro alcuni poteri, come ad esempio Thomas Watson, presidente dell’IBM e McGeorge Bundy, ex esponente democratico. Nixon fu colui che, nell’estate del ’71 abrogò gli accordi economici internazionali in vigore da 25 anni, ovvero “il sistema di Bretton Woods” istituito nel 1944 dalla conferenza finanziaria e monetaria delle Nazioni Unite, nato per rafforzare il sistema economico americano dopo la disfatta economica e non solo del Vietnam, che nel ’71 aveva già indebitato lo stato centrale. Ebbene le multinazionali e le banche internazionali si basavano sul quel sistema per far cassa. Certo Nixon e la sua amministrazione commisero molti crimini, ma di sicuro il Watergate rappresenta la famosa pagliuzza nell’occhio. E volete sapere invece qual era la trave? Ebbene, Nixon fece bombardare la Cambogia uccidendo qualcosa come 200 mila contadini e questo bombardamento neanche si trova nei capi d’accusa. A suo tempo, il Congresso si chiese, in merito, perché non li avesse informati, e non, come ovvio che doveva essere, perché ordinò l’attacco. Il Watergate è un esempio perfetto di quello che succede ai servi quando si dimenticano del loro ruolo e di quello che ordinano i padroni.

Arrivando quindi alla conclusione di questo ragionamento, la storia ci ha consegnato, per mano di mass media deviati, una realtà alternativa, distorta dei fatti e come ci ricorda Winston Smith, fin quando gli uomini li tieni isolati puoi fargli ingoiare di tutto, ma quando la gente si unisce, bé allora tutto è possibile perché non dobbiamo dimenticare che se restiamo isolati, prima o poi si crolla, come lui. Finché il popolo non prende coscienza della sua forza esso non si ribellerà e, fin quando non si ribellerà, allora non diverranno coscienti della loro forza.

<<Due lacrime maleodoranti di gin gli sgocciolarono ai lati del naso. Ma tutto era a posto adesso, tutto era a posto, la lotta era finita. Era riuscito a trionfare su se stesso. Ora amava il Grande Fratello>>.

Enea Rotella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...