L’odore dei soldi, di Elio Veltri e Marco Travaglio. Per non dimenticare

travaglio berlusconi l'odore dei soldi

L’odore dei soldi, di Elio Veltri e Marco Travaglio. Per non dimenticare

“Vittorio, senti qua, ho parlato cu’ ‘u zu’ Totuccio [Riina – e mi disse che per quelle persone, Dell’Utri e Berlusconi, siccome lui se l’ha messo nelle mani lui, che è un bene per tutta Cosa nostra, quindi tu fammi questa cortesia [ … ] mettiti da parte perché è una cosa che sta portando avanti ‘u zu’ Totuccio, e quindi mettiti da parte” [ …]. Il Mangano mi disse: “Ma, perciò, è una vita che ce l’ho nelle mani, ora mi devo mettere da parte. Ma perché? – dice – perché io non sono un uomo d’onore e non posso portare le cose avanti io?”. Ci dissi: “Vittorio, per cortesia, fammi questa cortesia, non insistere, non mi dire niente. Quando lui mi dice che è un bene per tutta Cosa nostra, che cosa ci devo dire io? Dimmelo tu” [ … ]. Poi il Riina mi disse che queste persone erano interessate ad acquistare la zona vecchia di Palermo [ … ]. E mi disse: “Me la sbrigo io, come ti ho detto che ce li ho nelle mani io, ci penso a tutto io” [ …  ]. 

1991

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...